ritorna all'indice delle F.A.Q.

E’ possibile inserire dei vincoli sulla struttura?

Sullo scatolare si possono inserire vincoli sia fissi che elastici. Inoltre è possibile considerare il traverso poggiato sui piedritti o i piedritti incernierati sulla fondazione.

E’ possibile prevedere degli svincoli sulla struttura per poter analizzare ad esempio uno scatolare con traverso appoggiato sui piedritti?

Il programma SCAT permette di svincolare la struttura in diversi modi. E’ possibile svincolare: il traverso dai piedritti, i piedritti dalla fondazione e per le sezioni tipo galleria è possibile analizzare la calotta come schema di arco a tre cerniere.

Modifico il diametro delle armature progettate dal programma, passando da un diametro ad un diametro più grande, e alcune sezioni non sono più verificate. Come è possibile?

SCAT, quando progetta le armature, costruisce una sagoma che è la somma di una parte utile e di una parte tecnologica (lunghezza di ancoraggio). Nel momento in cui si apporta una modifica al diametro, passando ad esempio da un diametro a uno più grande, si va indirettamente a modificare la lunghezza di ancoraggio. Visto che la geometria e la lunghezza della sagoma non cambiano la lunghezza di ancoraggio sottrae lunghezza alla parte utile e alcune sezioni risultano scoperte dall’armatura e non verificate.

Errore di convergenza, da cosa può dipendere?

L’errore di convergenza indica che le forze destabilizzanti superano le forze stabilizzanti, e per quella configurazione dello scatolare non c’è equilibrio. Il problema si presenta con maggiore frequenza nelle combinazioni sismiche rispetto a quelle statiche, e può essere dovuto alla rigidezza del terreno di rinfianco definita nulla o al livello della falda molto alto che tende a sollevare lo scatolare.

Cosa permette di analizzare il programma SCAT?

SCAT è dedicato all'analisi ed al calcolo di strutture scatolari sia completamente sia parzialmente interrate. È un programma completo che non richiede moduli aggiuntivi. L'analisi dello scatolare viene condotta nell'ipotesi di stato piano di deformazione.

Quali tipologie di scatolare permette di analizzare SCAT?

Le diverse tipologie di scatolari che è possibile analizzare con SCAT sono: rettangolare, rettangolare con angoli smussati, rettangolare con setto intermedio, circolare, ellittico, con sezione tipo vasca, con sezione tipo galleria (dotata cioè di piedritti, calotta ed arco rovescio).

E’ possibile analizzare solo scatolari in cls armato?

Con SCAT è possibile analizzare scatolari in calcestruzzo o materiale generico, definendo quindi le caratteristiche delle sezioni (area, spessore, inerzia, modulo di resistenza) di ogni elemento presente.

SCAT dà la possibilità di stratificare il terreno?

La caratterizzazione del terreno, in cui la struttura è immersa, è suddiviso in tre strati: ricoprimento (che può avere spessore nullo), rinfianco (con possibilità di assenza da uno o entrambi i lati) e di fondazione; nel caso di spessore nullo dello strato di ricoprimento, il terreno di rinfianco può avere altezza variabile.

Come viene schematizzata l’interazione terreno-struttura?

Il terreno sia di fondazione che di rinfianco è schematizzato secondo il modello di Winkler modificato (vengono eliminate, durante l'analisi al passo, le molle in trazione).

E’ possibile tenere conto, se presente, della falda?

Può essere messa in conto la falda, definendone la quota, che viene gestita come condizione di carico accidentale o permanente.

E’ possibile inserire carichi (concentrati e/o distribuiti)? In quale posizione?

SCAT consente di inserire carichi sia sul terreno di ricoprimento (forze concentrate e carichi distribuiti) sia sulla struttura (carichi e coppie concentrati, carichi distribuiti, variazioni termiche). I carichi distribuiti possono essere di tipo costante oppure ad andamento lineare (carichi triangolari o trapezoidali). I carichi sono gestiti tramite condizioni di carico, che l’Utente può definire come accidentali o permanenti. Insieme alle condizioni di carico definite dall'Utente, SCAT calcola automaticamente le seguenti condizioni: peso proprio, spinta terreno, spinta sismica e spinta della falda.
Illimitato è il numero delle condizioni e delle combinazioni di carico definibili.

E’ possibile inserire dei vincoli sulla struttura?

Sullo scatolare si possono inserire vincoli sia fissi che elastici. Inoltre è possibile considerare il traverso poggiato sui piedritti o i piedritti incernierati sulla fondazione.

Il programma permette di tenere in conto anche del sisma?
L'analisi può essere eseguita sia in condizioni statiche che sismiche.
Le verifiche sui materiali viene effettuata alle tensioni ammissibili o agli stati limite?

Il progetto e la verifica delle sezioni possono essere eseguiti secondo il metodo delle Tensioni Ammisibili o secondo la teoria degli Stati Limite. E’ possibile inoltre la verifica a fessurazione delle sezioni.

Quali risultati vengono visualizzati dal programma?

Una volta eseguita l'analisi, SCAT consente, nell'ambiente grafico integrato, la visualizzazione di tutti i risultati ottenuti per ogni combinazione di carico analizzata. In particolare, è possibile visualizzare per ogni combinazione di carico:
- i diagrammi delle sollecitazioni (momento, taglio e sforzo normale) sulla struttura;
- la deformata della struttura;
- le pressioni sul terreno;
- le tensioni nei materiali.
Tutti i diagrammi visualizzati possono essere interrogati con il mouse: in tal modo è possibile leggere il valore di qualsiasi caratteristica (sollecitazione, spostamento, tensione, pressione) in ogni sezione della struttura.

SCAT effettua il progetto delle armature?

Le armature sono calcolate da SCAT in base alle specifiche fornite dall'Utente e in modo da coprire, in ogni sezione dello scatolare, tutti i possibili stati tensionali derivanti dalle combinazioni di carico analizzate.

Le armature possono essere modificate?

In alcuni casi può risultare comodo modificare l'armatura di calcolo. I ferri possono essere sistemati in distinta secondo le proprie esigenze e quotati in vari modi. Con SCAT questa è un'operazione estremamente agevole, grazie al potente editore delle armature integrato nel programma. È, infatti, possibile inserire nuovi ferri (attingendo da un sagomario predefinito), cancellare quelli proposti, modificarne il numero, il diametro, la sagoma.
Ad ogni modifica apportata, SCAT riesegue in tempo reale le verifiche necessarie e segnala eventuali superamenti dei limiti normativi o delle tensioni nei materiali.

SCAT è dotato di un generatore di relazione? La relazione può essere modificata?

SCAT è dotato di un generatore di relazione, in formato RTF (perfettamente modificabile), che permette di selezionare i moduli da generare, il formato stesso della relazione (tipo di carattere, allineamento dei paragrafi, formato dei titoli, etc.), il numero di sezioni di verifica, etc.



Aztec Informatica s.r.l. per offrire i propri servizi utilizza cookies, navigando sul sito ne autorizzi l'uso. Informazioni CHIUDI